Instagram media Emil Cioran è stata una delle voci più scettiche, e probabilmente meno ascoltate, del Novecento. Ad oltre un ventennio dalla sua morte, e in un momento di riscoperta del suo pensiero, la ferocia dei suoi dubbi resta però per molti un inconfutabile segno di pessimismo, di un nichilismo che non avrebbe altro scopo che compiacersi del nulla di cui ci si è circondati.
Nicola Vacca, nel suo ultimo libro Lettere a Cioran (recentemente pubblicato dall’editore Galaad), confuta precisamente questa interpretazione dell’opera cioraniana. Il saggio, che non supera il centinaio di pagine, si compone di diciotto brevi capitoli, i quali, lungi dal seguire un ordine sistematico o strutturale, si presentano invece come una serie di lettere in cui si parla di ed a Cioran, consci di quel principio, così caro allo scrittore rumeno, per cui parlare di qualcuno equivale sempre a confessare qualcosa di noi stessi. In tal senso, questo «epistolario» si presenta non solo come un sommario delle perplessità cioraniane, ma anche come una confessione dell’autore medesimo, che già nel prologo del testo ammette che «ogni giorno della mia vita adulta è stato scandito dalla forza» delle parole di Cioran.
.
. #cioran #emilecioran #taccuinoditalamanca #esercizidiammirazione #adelphi  #latentazionediesistere #linconvenientediesserenati #leggeresempre #leggeresempreecomunque  #leggiamoqui #cultura #filosofia #letteratura  #biblioteca  #leggiamoinsieme #libridaleggereprimadimorire  #letteratura #inlettura #consiglidilettura  #lacadutadeltempo  #leggiamo #leggererendeliberi #leggerechepassione #libridaleggereassolutamente  #lacrimeesanti #confessionieanatemi #ioleggo #ioleggoetu #ioleggoperché #storiaeutopia #sommariodidecomposizione #esercizidiammirazione
@sara.le18
@clemen_t11
@alessandraciabatti
@passionate_about_litterature

Lezzi  Antonio Instagram photos @ - Instagram Profile - User Profile antonio_lezzi_ 17 Nisan 2019 Çarşamba

  • Emil Cioran è stata una delle voci più scettiche, e probabilmente meno ascoltate, del Novecento. Ad oltre un ventennio dalla sua morte, e in un momento di riscoperta del suo pensiero, la ferocia dei suoi dubbi resta però per molti un inconfutabile segno di pessimismo, di un nichilismo che non avrebbe altro scopo che compiacersi del nulla di cui ci si è circondati. Nicola Vacca, nel suo ultimo libro Lettere a Cioran (recentemente pubblicato dall’editore Galaad), confuta precisamente questa interpretazione dell’opera cioraniana. Il saggio, che non supera il centinaio di pagine, si compone di diciotto brevi capitoli, i quali, lungi dal seguire un ordine sistematico o strutturale, si presentano invece come una serie di lettere in cui si parla di ed a Cioran, consci di quel principio, così caro allo scrittore rumeno, per cui parlare di qualcuno equivale sempre a confessare qualcosa di noi stessi. In tal senso, questo «epistolario» si presenta non solo come un sommario delle perplessità cioraniane, ma anche come una confessione dell’autore medesimo, che già nel prologo del testo ammette che «ogni giorno della mia vita adulta è stato scandito dalla forza» delle parole di Cioran. . . #cioran #emilecioran #taccuinoditalamanca #esercizidiammirazione #adelphi #latentazionediesistere #linconvenientediesserenati #leggeresempre #leggeresempreecomunque #leggiamoqui #cultura #filosofia #letteratura #biblioteca #leggiamoinsieme #libridaleggereprimadimorire #letteratura #inlettura #consiglidilettura #lacadutadeltempo #leggiamo #leggererendeliberi #leggerechepassione #libridaleggereassolutamente #lacrimeesanti #confessionieanatemi #ioleggo #ioleggoetu #ioleggoperché #storiaeutopia #sommariodidecomposizione #esercizidiammirazione @sara.le18 @clemen_t11 @alessandraciabatti @passionate_about_litterature

    5 Comments